Extreme – Esplorazione di una grotta e la claustrofobia

La terza puntata si concentra sull’esplorazione di un luogo impervio, il Tanone Grande della Gacciolina nel comune di Villa Minozzo, una grotta che presenta al suo interno una delle sale di gesso più grandi d’Europa. Essendo franata a seguito del terribile terremoto che ha colpito l’Emilia nel 2012, la grotta è diventata ancora meno ospitale per l’uomo di quanto non lo sia generalmente. L’esplorazione dello staff di Extreme mette in risalto la pericolosità dell’attività dello speleologo, ma anche la sua bellezza avendo la possibilità di ammirare luoghi suggestivi, mondi bui percorsi solo da acqua e aria. Durante la visita si passa da discese ripide tra fango e detriti ai gelidi ruscelli sotterranei di cui i protagonisti hanno cercato di seguirne il corso, incontrando anche qualche forma di vita.
All’interno della puntata è presente, come negli scorsi episodi, la dottoressa Simona Lauri, psicologa clinica strategica e mental trainer.
Anche in questo caso Lauri dispensa consigli su come cercare di superare la fobia del giorno legata al tema della puntata: la claustrofobia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Usando questo sito si accetta l'utilizzo dei cookie anche di terze parti. Se vuoi saperne di più leggi l'informativa estesa privacy e cookies. Continuando la navigazione ne accetti l'utilizzo. leggi l'informativa

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi