Milano presenta: Philippe Daverio ed i suoi indimenticabili papillon

Philippe Daverio, critico d’arte

Indimenticabili i suoi colorati “farfallini”, le giacche stravaganti ma soprattutto la sua vivacità intellettuale, il suo impegno per la cultura e per la capacità di raccontare l’arte al grande pubblico: Philippe Daverio, noto critico d’arte scomparso a 71 anni lo scorso settembre, ha lasciato un segno indelebile a Milano dove è stato anche Assessore alla Cultura nella giunta Formentini, tra il 1993 e il 1996.
La città gli dedica una mostra, allestita presso la Cittadella degli Archivi fino al 20 marzo e curata da Nicola Manna nell’ambito del ciclo “In Archvio”, visitabile al momento solo online a causa delle restrizioni dovute alla pandemia.
Studioso, critico, docente universitario, curatore e mercante d’arte, anche se a lui piaceva definirsi più un antropologo, Daverio è stato l’animatore della vita culturale milanese per i quattro anni del suo incarico politico. Tra le grandi mostre da lui fortemente volute e realizzate si annoverano “Alexej von Jawlensky”, “Da Monet a Picasso”, “Richard Avedon” e “Omaggio a Leo Castelli”, a cui si affiancano eventi pubblici unici e irripetibili come il “Carnevale degli animali”, durante il quale il capoluogo lombardo ha avuto modo di conoscere l’arte circense d’oltralpe, tanto cara a Daverio
Per la mostra sono stati raccolti ed esposti alcuni documenti ufficiali relativi al periodo dell’assessorato di Daverio, la rassegna stampa dell’epoca, fotografie ed un abito dello stesso Philippe.
Distintivo infatti era il suo gusto eccentrico, che gli piaceva esprimere in particolar modo nell’abbigliamento. Nel corso dell’esposizione viene inoltre proiettato un video inedito del critico, una “passeggiata virtuale” per Milano, registrata durante il lockdown.
philippedaverioamilano.it

Usando questo sito si accetta l'utilizzo dei cookie anche di terze parti. Se vuoi saperne di più leggi l'informativa estesa privacy e cookies. Continuando la navigazione ne accetti l'utilizzo. leggi l'informativa

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi